Pubblicato il n. 3/2022 della Rivista Diritto Immigrazione e Cittadinanza

Online il numero 3/2022 della Rivista “Diritto, Immigrazione e Cittadinanza” promossa da ASGI e Magistratura Democratica dal 1999. Dal 2017 la Rivista ha un sito internet dove pubblica i suoi contenuti gratuitamente on line. Di seguito il sommario.

Reddito di cittadinanza e 10 anni di residenza: i giudici confermano che è sufficiente provare la residenza effettiva

Con nota n. 3803 del 14 aprile 2020, il Ministero del Lavoro aveva chiarito che, al fine di dimostrare la titolarità del requisito di residenza decennale, previsto per l’ottenimento del reddito di cittadinanza, non fosse necessario essere iscritti ai registri anagrafici ma fosse sufficiente provare che il richiedente avesse nei fatti risieduto in Italia per almeno dieci anni (di cui gli ultimi du...

Consiglio di Stato sull’esenzione ticket sanitario: nessuna differenza tra “disoccupati” e “inoccupati”

Il Consiglio di Stato con parere del 13 luglio 2022, ha risposto ad alcune richieste di chiarimenti inviate dal Ministero della Salute in merito all'equiparazione tra "disoccupati" e "inoccupati" per l'accesso all'esenzione del pagamento delle spese sanitarie.

La Regione Basilicata modifica il bando sulla fornitura dei libri scolastici gratuiti grazie all’intervento di ASGI e LUNARIA

Con Deliberazione di Giunta Regionale n. 580 del 8 settembre 2022, La Regione Basilicata ha pubblicato un bando avente ad oggetto la fornitura gratuita e semigratuita dei libri di testo per l'anno scolastico in corso. Tra i requisiti necessari per il richiedente, oltre a un ISEE pari o inferiore a 20.000,00 vi è la residenza nella Regione Basilicata.

Scuolabus e mensa gratis, ma non per i bambini stranieri: ASGI e ARCI depositano ricorso in Tribunale contro la discriminazione

Il Comune di Montorio al Vomano (Teramo) il 31 agosto 2022 ha approvato una delibera che prevede il trasporto scuolabus e il servizio di refezione scolastica gratuiti per le famiglie residenti nel comune; per poter accedere al bonus, però, occorre che almeno uno dei due genitori sia cittadino italiano o dell’Unione Europea.