Giurisprudenza


Tribunali di Perugia e di Lucca: il permesso per cure mediche dà diritto alla pensione di invalidità

Il Tribunale di Perugia ha riconosciuto la pensione di invalidità a uno straniero titolare del permesso per cure mediche della durata inferiore a un anno ritenendo di valorizzare la data di ingresso e di inizio di soggiorno regolare in Italia (avvenuto diversi anni prima) anziché la durata dell’ultimo permesso in possesso.

Il “bonus patenti autotrasporto” non può essere riservato ai soli cittadini italiani e europei

Accolto il ricorso presentato da ASGI e da un cittadino ecuadoriano che si era visto rifiutare la domanda proprio perché straniero. Il Ministero dovrà riaprire le domande per gli anni passati.

Per cambiare il vento – Breviario di giurisprudenza di legittimità sul trattenimento amministrativo

Rassegna dei provvedimenti della Corte di Cassazione in materia di privazione della libertà personale nei luoghi, formali e informali, del trattenimento amministrativo.

Minori stranieri non accompagnati: Il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa richiama l’Italia ad attuare le sentenze della Corte Europea dei Diritti umani

Il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa ha valutato che l’Italia non abbia adeguatamente attuato la sentenza della Corte Europea dei Diritti umani Darboe e Camara c. Italia.

Tribunale di Torino: il permesso attesa occupazione dà diritto all’Assegno Unico

Il Tribunale di Torino, con ordinanza del 1 marzo 2024, ha confermato quanto già deciso dal Tribunale di Trento con sentenza del 19 settembre 2023: i titolari e le titolari di permesso per attesa occupazione possono usufruire dell’Assegno Unico Universale. 

La Corte Costituzionale conferma: il giudice civile può ordinare la modifica di atti amministrativi discriminatori

Decisivo passo avanti della tutela antidiscriminatoria a fronte di “discriminazioni istituzionali”: la Corte Costituzionale sancisce il potere del giudice civile di ordinare alla PA la modifica di atti amministrativi discriminatori, anche aventi efficacia generale

Il giudice di Catania: a Cifali minori trattenuti illegalmente. L’ASGI è legittimata a tutelarli

A seguito di presentazione di ricorso d’urgenza da parte di ASGI, il Tribunale di Catania riconosce l’illegittima privazione della libertà personale dei minori presso l’hotspot di Contrada Cifali e la legittimazione ad agire di ASGI.

Casa, finisce il “Caso Lodi” in FVG: incostituzionale chiedere documenti aggiuntivi ai soli stranieri

La Corte Costituzionale, con sentenza 15/2024 depositata oggi, ha dichiarato incostituzionale l’art. 29 , comma 1bis L.R. 1/2016 nella parte in cui prevede che i cittadini stranieri debbano presentare documenti aggiuntivi attestanti l’assenza di proprietà di alloggi nei paesi di origine e di provenienza, diversi e aggiuntivi rispetto a quelli che devono presentare i cittadini italiani. Finisce così la lunga battaglia …

Trasporto e mensa gratuiti solo ai bambini italiani: il Comune condannato a risarcire le associazioni

La vicenda nasce nel 2022 quando il Comune di Montorio al Vomano, provincia di Teramo, aveva previsto l’esenzione totale dal contributo per trasporto scolastico e mensa per le sole famiglie residenti nel Comune con almeno un genitore di cittadinanza italiana o europea.

La sentenza della Cassazione sul CIE di Bari: una pronuncia tra luci e ombre

di Antonio Scalera Ufficio del massimario, Corte di Cassazione

A Restinco minori stranieri non accompagnati in condizioni inumane e degradanti. CEDU: l’Italia rispetti la Convenzione EDU

Il Giudice di Strasburgo ha ordinato al Governo italiano di trasferire un minore di 15 anni trattenuto dall’inizio di ottobre nel centro di Restinco in provincia di Brindisi, in un adeguato centro per minori non accompagnati.

Crotone, minore straniero solo trattenuto da 5 mesi nel centro di accoglienza, la CEDU condanna nuovamente l’Italia

La Corte Europea dei Diritti Umani ha ordinato al Governo italiano l’immediato trasferimento dal centro di accoglienza Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto (Crotone) di un minore trattenuto dal 24 giugno 2023 in condizioni materiali degradanti.