Riportati dalla Guardia costiera in Libia, torturati e venduti : le associazioni fanno ricorso alla CEDU

In una conferenza stampa a Roma verrà illustrato il dossier prodotto da Forensic Oceanography/Forensic Architecture ed il ricorso presentato alla Corte Europea dei Diritti umani contro l’Italia per aver coordinato la Guardia Costiera libica nei respingimenti che hanno portato ad abusi e al decesso di cittadini migranti, due ancora minorenni.

La Corte Europea ammette i ricorsi contro l’espulsione collettiva dall’Italia di cittadini del Sudan

Nella conferenza stampa organizzata per giovedì 11 gennaio 2018 a Roma i rappresentati di Asgi e Arci illustreranno i particolari dei ricorsi  presentati dai cittadini rimpatriati in Sudan dalle autorità italiane e presenteranno altre iniziative contro l’esternalizzazione delle frontiere e del diritto d’asilo.

Danni all’immagine di una comunità accogliente: Governo e Ministero condannati per il CIE di Bari

Con la sentenza n. 4089 pubblicata il 10 agosto 2017 la prima sezione civile del Tribunale di Bari ha condannato la Presidenza del Consiglio e il ministero dell’Interno a versare un risarcimento agli enti locali e al pagamento delle spese processuali a favore della Regione Puglia per danni al prestigio e all’immagine della comunità locale.

Decreto Minniti – Orlando : prime riflessioni interpretative dopo l’entrata in vigore

A pochi mesi dall’entrata in vigore della legge n. 46/2017 pubblichiamo una scheda che presenta primi indirizzi emersi tra gli addetti ai lavori al fine di stimolare la riflessione e il dibattito senza volere offrire certezze interpretative sulla riforma avviata dal cd. Decreto Legge Minniti-Orlando.

Memorandum Italia – Libia sospeso : la politica degli accordi rispetti le norme interne

“Anche se gli effetti giuridici della decisione sono resi altamente incerti dall’elevata instabilità politica e istituzionale della Libia, si conferma quanto costantemente da noi evidenziato.”dichiara Dario Belluccio dell’ASGI “ I Governi devono concludere accordi internazionali unicamente rispettando le norme interne”. In Italia come in Libia.