Il Tribunale di Bergamo rinvia alla Corte di Giustizia UE il requisito dei 10 anni di residenza per accedere al RDC

Per il Tribunale di Bergamo (giudice dott.ssa. Giulia Bertolino) richiedere anche ai titolari di protezione internazionale 10 anni di residenza in Italia per accedere al Reddito di Cittadinanza è in contrasto con il diritto europeo. Sulla questione deciderà la Corte di Lussemburgo.

Reddito di cittadinanza e 10 anni di residenza: i giudici confermano che è sufficiente provare la residenza effettiva

Con nota n. 3803 del 14 aprile 2020, il Ministero del Lavoro aveva chiarito che, al fine di dimostrare la titolarità del requisito di residenza decennale, previsto per l’ottenimento del reddito di cittadinanza, non fosse necessario essere iscritti ai registri anagrafici ma fosse sufficiente provare che il richiedente avesse nei fatti risieduto in Italia per almeno dieci anni (di cui gli ultimi du...

RDC e rifugiati: avvocatura e INPS in disaccordo

Sulla questione del requisito di residenza dei 10 anni per accedere al RDC, sono stati presentati già diversi ricorsi in vari Tribunali d'Italia. In particolare, da parte di persone titolari di protezione internazionale o lungosoggiornanti. Ai primi, l'INPS non ha mai contestato la carenza del permesso ma l'avvocatura dell'Istituto di Trieste sembra invece pensarla diversamente

Reddito di cittadinanza: rinviato il requisito dei 10 anni di residenza alla Corte di Giustizia UE. Facciamo il punto.

Il Tribunale di Napoli, nell'ambito di un procedimento penale per il reato di false dichiarazioni dei requisiti per accedere al reddito di cittadinanza, ha rinviato alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea ritenendo il requisito dei 10 anni in contrasto con il diritto UE.

Reddito di cittadinanza e residenza effettiva: riscontri positivi da alcuni Comuni e Uffici INPS

Da diversi mesi il servizio antidiscriminazione dell’ASGI riceve segnalazioni di persone a cui l’INPS ha revocato il reddito di cittadinanza e richiesto la restituzione dell’importo percepito. Nella maggior parte dei casi, si tratta di persone straniere – ma non solo – a cui viene contestato di non aver risieduto in Italia per almeno 10 anni al momento della presentazione della domanda.

Reddito di cittadinanza: rinviato alla Corte Costituzionale il requisito dei 10 anni di residenza

Con ordinanza depositata oggi la Corte d’Appello di Milano ha ritenuto “rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale delle norme sul reddito di cittadinanza nella parte in cui prevedono il requisito di residenza decennale sul territorio nazionale per l’accesso alla prestazione.