La Corte Costituzionale boccia la residenza come titolo di preferenza per l’accesso all’Università

La Provincia autonoma di Trento con l. n. 13 del 23 dicembre 2019 recante "Attuazione della delega in materia di Università degli Studi di Trento e disposizioni in materia di alta formazione, musicale e artistica" aveva istituito, all'art. 15 co. 1, una riserva di un numero di posti non inferiore al 10% per candidati residenti nella provincia di Trento, nell'ipotesi di parità di merito con candid...

Favoreggiamento dell’immigrazione irregolare: alcuni dubbi di costituzionalità

L’utilizzo di servizi internazionali di trasporto ovvero di documenti contraffatti o alterati costituisce una circostanza aggravante del reato di favoreggiamento dell’immigrazione illegale della cui legittimità costituzionale dubita il Tribunale di Bologna, per violazione del principio di eguaglianza e della finalità rieducativa della pena.

Corte Costituzionale: illegittimo il requisito della residenza quinquennale per l’accesso a una misura di contrasto alla povertà

La Corte Costituzionale, con sentenza n. 7/2021 del 22 gennaio 2020, ha dichiarato l'illegittimità dell'art. 9 c. 51 lett. b) della L.R. FVG n. 13/2019 che prevedeva un requisito di anzianità di residenza quinquennale sul territorio regionale per l'accesso ad una misura di contrasto alla povertà.

Incostituzionale il limite di residenza per gli incentivi occupazionali

La Corte Costituzionale, con la pronuncia n. 281/2020, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 88 della L.R. Friuli Venezia Giulia n. 9/2019 che limitava la concessione di incentivi occupazionali alle imprese per le assunzioni, l'inserimento o la stabilizzazioni di lavoratori solo ai casi in cui i lavoratori assunti fossero residenti continuativamente nel territorio regionale da a...

Incostituzionale imporre agli stranieri il requisito di lungo-residenza per accedere al fondo di sostegno all’affitto

Con sentenza 166 depositata il 20.7.18 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 11, comma 13, DL. 25.6.08 n. 112 che aveva introdotto, per l’accesso degli stranieri a un fondo per il sostegno alla locazione delle famiglie povere, il requisito di 10 anni di residenza nello Stato o 5 anni nella Regione.