Linee Guida per tutelare i minori arrivati in Italia da soli

La presenza di MSNA all’interno del fenomeno delle migrazioni è divenuta numericamente sempre  più consistente, ponendo sempre più la necessità di strutturare interventi atti a determinare sistemi  di  protezione  che  siano  in  grado  di  assicurare  effettiva  tutela  dei  diritti,  come  richiamato  dalla  normativa internazionale e nazionale, sin nell’immediatezza dell’arrivo. 

Nell’ultimo anno, l’emergenza sanitaria COVID-19 ha avuto un forte impatto sulla vita di tutti coloro  che  vivono  in  Italia,  sia  cittadini  italiani  che  stranieri,  con  conseguenze  importanti  sul  sistema complessivo dei diritti delle/dei cittadini  stranieri e dei MSNA, al momento dell’arrivo,  sulla loro  condizione di vita, sullo status giuridico e sui percorsi di inclusione socio-lavorativa. 

In questo contesto appare importante lo strumento realizzato attraverso le Linee guida “La tutela dei minori arrivati in Italia da soli”, curate da ASGI, allo scopo di fornire un’informazione semplice e chiara a operatori e tutori sulle norme e le procedure che riguardano la tutela dei MSNA ad esempio per l’identificazione e  l’accertamento  dell’età, l’applicazione  del  cosiddetto  “prosieguo  amministrativo”,  la  conversione  dei  permessi  di  soggiorno  alla  maggiore  età, le  modalità  di  accoglienza,  l’applicazione  del  cosiddetto  “prosieguo  amministrativo”  e  la  conversione  dei  permessi  di  soggiorno  alla  maggiore  età. 

Le  raccomandazioni  presenti  nelle  Linee  guida  vanno  nella  direzione  della  maggiore  tutela  e  protezione dei MSNA, con l’obiettivo di superare prassi differenti e l’eterogeneità dei vari territori,  anche in considerazione dell’emergenza sanitaria tuttora in corso.

Nelle Linee Guida sono anche state indicate  le  principali  criticità  rilevate  durante  le  fasi  progettuali  di  analisi  e  monitoraggio  della  condizione giuridica dei MSNA e l’effettiva attuazione della norma. 

Le Linee guida sono state realizzate nell’ambito del progetto “MAI PIU’ SOLI! Pratiche di  accoglienza a misura di ragazzo” finanziato da “Never Alone, per un domani possibile” nel quadro del  programma europeo EPIM – “NEVER ALONE building our future with children and youth arriving in Europe”. Le attività progettuali , iniziate nel 2017 con capofila Cidis Onlus e il coinvolgimento quali partner di  ASGI, Refugees  Welcome  Italia  Onlus, Cooperativa  Nuovo  VillaggioComune  di  Corigliano e    il Comune  di  Mugnano,  hanno  avuto  come  scopo  la  sperimentazione  di  pratiche  di  accoglienza  innovative,  basate  sull’interazione  e  lo  scambio di  competenze  tra  i  diversi  attori  coinvolti  nella  tutela  dei  giovani  e  sulla  differenziazione  degli  interventi  per  i minorenni  da  quelli  per  i  ragazzi  neomaggiorenni.  Tali  attività,  realizzate  tramite  l’ampliamento  della  rete  territoriale  delle  istituzioni,  degli  enti  locali  e  del  terzo  settore,  sono  state  svolte  nelle  regioni  Campania  (nelle  province di Napoli e Caserta), Umbria (nelle province di Perugia e Terni), Calabria (nella provincia di  Cosenza), Lazio (a Roma) e Veneto (nella provincia di Padova). 

Pin It