Il 26 settembre a Udine: manifestazione “Prima le persone”

Il 26 settembre alle 16:30, in Piazza 1° maggio, si manifesta con la Rete DASI per una società aperta e inclusiva, rispettosa della dignità delle persone, libera da odi, pregiudizi e razzismo.

Ci uniamo anche noi alle richieste della Rete DASI:

  • cessare immediatamente i respingimenti dei richiedenti asilo alla frontiera terrestre e garantire effettivamente l’esercizio del diritto di asilo;

  • cancellare le grandi strutture ispirate alla logica concentrazionaria ripristinando il sistema di accoglienza diffusa, creando inclusione sociale e buona gestione delle risorse pubbliche;

  • chiudere il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Gradisca d’Isonzo, luogo strutturalmente non idoneo a garantire standard minimi di rispetto dei diritti e della dignità dei trattenuti e modificare con urgenza la normativa sui CPR affinché detti luoghi possano essere chiusi in tutta Italia;

  • attuare profonde modifiche della normativa sull’immigrazione, rendendo possibili procedure di ingresso regolare per la ricerca del lavoro, aprendo canali umanitari per i rifugiati che si trovano in condizioni di particolare pericolo, sottraendoli ai ricatti e agli abusi dei mercanti/trafficanti di esseri umani, riportando alla regolarità tutte le persone che in Italia hanno un inserimento sociale ma sono state spinte nel circuito della irregolarità, del lavoro nero e dello sfruttamento da normative inique e anacronistiche;

  • potenziare il sistema sanitario regionale, garantendo a tutte le persone, e in ogni Comune del Friuli Venezia Giulia, interventi preventivi e di cura adeguati, con particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione, indirizzando la spesa a garantire qualità dei servizi, congruo numero di personale e investimenti nella ricerca e nella formazione.

Per maggiori informazioni si veda il sito della Rete DASI.

Pin It