Iscrizioni entro il 16 maggio 2022 al corso sulla tutela delle vittime di sfruttamento lavorativo – Formazione ASGI

Corso di formazione rivolto agli avvocati, ai giuristi ed agli operatori sociali già impegnati nel sistema di accoglienza e tutela o interessati alla tematica.

Tre giornate per approfondire gli strumenti e rafforzare le capacità di tutela delle persone sfruttate .

Questo è l’obiettivo del corso intensivo di 24 ore promosso dall’ASGI in collaborazione con Diaconia Valdese Fiorentina, e che si terrà nelle giornate del 20 maggio, 10 e 17 giugno 2022.

Presentazione del corso

Partendo da una disamina del quadro sia pure generale dei principi fondamentali in materia di diritto del lavoro previsti sia a livello sovranazionale sia a livello nazionale, nella prima giornata si approfondiranno i settori del lavoro agricolo (focus sulla specificità dei grandi insediamenti informali nel sud Italia), del lavoro per conto terzi e del lavoro domestico, cercando di verificare la possibilità che differenti modalità di intervento possano adattarsi alla realtà di territori e condizioni sociali.

Nella seconda giornata del corso si affronteranno le ipotesi di esternalizzazione del lavoro e delle relative responsabilità: a fronte dell’esigenza di riduzione dei costi da parte delle aziende, si pone, infatti, la necessità di conoscere alcuni dei principali fenomeni in materia, in modo da potere correttamente individuare le responsabilità datoriali in caso di violazione dei legittimi confini dei poteri dei datori di lavoro. Si partirà dall’analisi del fenomeno del caporalato, passando per le forme di somministrazione di lavoro e del distacco transnazionale di lavoratori, negozi giuridici che interessano molte aziende operanti in differenti settori produttivi fino alle moderne piattaforme digitali ed alle recenti inchieste che hanno riguardato il settore del delivery. 

L’ultima giornata del corso affronterà la condizione giuridica dei cittadini stranieri attraverso casi studio e segnalazione di giurisprudenza pertinente approfondendo i possibili titoli di soggiorno cui possono accedere le lavoratrici ed i lavoratori stranieri sfruttati con particolare attenzione agli strumenti di analisi che consentono l’emersione del fenomeno attraverso una parziale identificazione di modelli di intervento e strumenti di fuoriuscita dai sistemi di sfruttamento.

Le lezioni si terranno in presenza presso la Città dell’Altra Economia, Largo Dino Frisullo a Roma, facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, e on line tramite la piattaforma Zoom.

Programma

Introduzione: il diritto del lavoro e le persone straniere

avv. Giulia Perin (ASGI), avv. Lorenzo Trucco (ASGI), avv. Dario Belluccio (ASGI)

Frammentazione ed etnicizzazione del mercato del lavoro: lo sfruttamento lavorativo nei diversi settori produttivi in Italia e nella declinazione di genere

avv. Dario Belluccio (ASGI), prof. Antonio Ciniero (Università del Salento), dott.ssa Alessandra Sciurba (ricercatrice dell’Università Palermo)

Esternalizzazione del lavoro e sfruttamento lavorativo: dal caporalato alle piattaforme digitali

Avv. Dario Belluccio (ASGI), Avv. Marco Paggi (Foro di Padova, ASGI), Dott. Tommaso Maserati (Foro Milano)

Il grave sfruttamento lavorativo: aspetti di diritto penale

avv. Marco Paggi (Foro di Padova, ASGI), Prof. Luca Mario Masera (Univ. Brescia, ASGI), dott. David Mancini (magistrato)

Grave sfruttamento lavorativo e condizione di soggiorno della persona straniera

avv. Eugenio Alfano (ASGI), Avv. Amarilda Lici (ASGI) e prof.ssa Maria Grazia Giammarinaro (Magistrato, esperta in diritti delle vittime di tratta, dal 2014 al 2020 Relatrice Speciale delle Nazioni Unite sulla tratta di persone in particolare donne e minori)

I fattori di rischio del lavoro sfruttato. L’identificazione delle vittime di tratta e sfruttamento lavorativo e l’attivazione di interventi di tutela secondo un approccio multi-agenzia

avv. Amarilda Lici (ASGI), avv. Eugenio Alfano (ASGI), avv. Francesca Nicodemi (ASGI), Dott. Fabio Saliceti (Associazione Progetto Sud)

La locandina con il programma completo del corso

Modalità di iscrizione

Le iscrizioni sono aperte a partire dal 27 aprile al 16 maggio 2022.

Il corso è a numero chiuso, per un massimo di 120 partecipanti. Non è prevista una selezione specifica: qualora il numero delle domande pervenute fosse superiore alla disponibilità dei posti, si adotterà il criterio di priorità cronologica d’iscrizione.

La quota d’iscrizione è pari a 240 euro (IVA inclusa). Per i soci ASGI in regola con l’anno 2022 è prevista la quota agevolata di 190 euro (IVA inclusa).

L’iscrizione deve avvenire entro il 16 maggio 2022 e si perfeziona solo ad avvenuto pagamento della quota. Entro tale data è necessario:

1) pagare la quota d’iscrizione presso il conto corrente per iscrizione: IBAN IT15N0200802850000105189958 intestato a: Diaconia Valdese Fiorentina

2) compilare il modulo di iscrizione ed inviare i propri dati.

Attestazione finale e crediti formativi

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione a quanti avranno seguito almeno l’80% del percorso formativo. Il corso è in fase di accreditamento presso il Consiglio Nazionale Forense.

Destinatari

Il corso di formazione è rivolto agli avvocati, ai giuristi ed agli operatori sociali già impegnati nel sistema di accoglienza e tutela e a tutti quanti sono interessati alla tematica.

Segreteria organizzativa del corso

Per informazioni sul corso di formazione potete contattare la segreteria organizzativa del corso ai seguenti recapiti:

dvfformazioni@diaconiavaldese.org

Maristella Chiocca 055 9071100

Orario segreteria 8,30 – 15

Pin It