ASGI al FVG: la Legge 21/2016 sulle professioni turistiche è discriminatoria

Con una lettera inviata in data 16 gennaio 2017 ASGI ha rilevato che la Legge regionale 9 dicembre 2016, n. 21 “Disciplina delle politiche regionali nel settore turistico e dell’attrattività del territorio regionale, nonché modifiche a leggi regionali in materia di turismo e attività produttive“, contiene dei requisiti di accesso illegittimi in quanto discriminatori.

Infatti la legge prevede che solo i cittadini italiani e UE possano accedere agli albi di competenza regionale e frequentare i corsi per acquisire il titolo professionale di guide turistiche, maestro di sci, guida speleologica.

Tale limitazione all’accesso alla professione per i cittadini extra UE è contraria all’art. 3 D.L. 138/2011 convertito in L. 148/2011 che vieta qualsiasi discriminazione in ragione della nazionalità nell’esercizio delle professioni nonchè all’art.2 commi 2 e 3 TU Immigrazione e ad alcune direttive europee (cfr lettera) che prevedono la parità di trattamento tra alcune categorie di stranieri e i cittadini italiani.

ASGI ha pertanto chiesto al Consiglio Regionale FVG di intervenire al fine di eliminare la discriminazione. La lettera non ha ancora ricevuto alcun riscontro.

La lettera sottolinea quanto già evidenziato dal  Garante regionale dei diritti della persona – componente con funzioni di garanzia per le persone a rischio di discriminazione della regione Friuli Venezia Giulia lo scorso 8 novembre alle Audizioni relative al disegno di legge n. 162 da cui poi è derivata la legge.

Nel corso dell’audizione, il Garante aveva sottolineato alcune problematiche attinenti ai profili discriminatori  fondati sulla ‘nazionalità’ (cittadinanza) contenuti nell’allora vigente disciplina regionale in materia di professioni turistiche, auspicandone il superamento attraverso il necessario adeguamento  ai principi di parità di trattamento e di non discriminazione di cui alla normativa dell’Unione europea e nazionale.

La memoria scritta presentata dal Garante in sede di audizione

 

Pin It