Da Palermo al CIE di Roma quattro donne nate e cresciute in Italia. È questa la “Sicurezza” che vogliamo?

“Non sappiamo quali siano le cause vere dell’imponente irruzione delle forze armate, all’alba del 17 febbraio, al “campo” della Favorita di Palermo, dove vivono da decenni alcune famiglie Rom. Abbiamo visto però le conseguenze dirette in termini di violenza sulle vite delle persone. In questo caso specifico quattro donne sono state deportate a Ponte Galeria,...

Salto di qualità nelle politiche repressive: rintraccio e rimpatrio su base etnica

 L’ASGI denuncia la gravità e l’illegittimità del telegramma inviato il 26 gennaio 2017 dal Ministero dell’Interno alle questure di Roma, Torino, Brindisi e Caltanissetta con cui si dispone che rendano disponibili, anche mediante dimissioni anticipate, novantacinque posti, quarantacinque per gli uomini e cinquanta per le donne, all’interno dei CIE attualmente operativi.

“Muslim ban”, solidarietà dell’ASGI agli avvocati negli USA: difendiamo assieme i diritti umani

L’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione esprime la propria solidarietà, stima e vicinanza agli avvocati e a quanti in queste ore, negli Stati Uniti, si sono mobilitati in un modo molto efficace per aiutare le persone colpite dal divieto d’ingresso deciso dal presidente americano Donald Trump. ASGI esprime profonda preoccupazione per quanto sta accadendo dopo...

Nuovi CIE e rimpatrio stranieri: il comunicato dell’ASGI sulla circolare del Capo della Polizia

ASGI esprime sconcerto e forte preoccupazione per la circolare diffusa dal Ministero dell’Interno il 30.12.2016 relativa alle attività di rimpatrio degli stranieri irregolari e al programma di riapertura dei CIE, oltre che la volontà del Governo di stipulare nuovi accordi bilaterali di riammissione e di riformare in senso restrittivo le norme sul diritto di asilo.