Cade il requisito dei dieci anni di residenza per l’ottenimento dell’assegno sociale per i familiari di cittadini dell’Unione Europea

Il Tribunale di Brescia ha riconosciuto come discriminatorio il requisito dei dieci anni di residenza continuativi in Italia ai fini del diritto all’assegno sociale di cui all’art. 3 comma 6 della L. 335/1995, introdotto dall’art. 20 DL 112/2008.

Cittadinanza italiana: la riforma all’esame del Senato

L’Assemblea della Camera ha approvato il 13 ottobre 2015 un testo unificato in materia di cittadinanza. La proposta si concentra sulla questione fondamentale dell’acquisto della cittadinanza da parte dei minori, apportando a tal fine alcune modifiche alla legge sulla cittadinanza (legge 5 febbraio 1992, n. 91).