Cassazione: se mancano le prospettive di rimpatrio, il trattenimento nel CIE è illegittimo.

Lo ha affermato la  Corte di Cassazione in relazione al caso di una donna apolide di fatto, residente in Italia da oltre 20 anni e madre di 5 figli, 4 dei quali minorenni,raggiunta  da decreto di espulsione amministrativa e trattenuta nel C.I.E. di Roma.

Nuovi criteri per l’esame delle richieste di emersione dal lavoro irregolare avviata nel 2012

A seguito del recente parere espresso dal Consiglio di Stato – Sezione Prima – il 28 aprile ed in ragione delle nuove linee interpretative emanate dal Ministero dell’Interno il 4 maggio, sono stati riconsiderati alcuni dei criteri che avevano improntato, presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione, le istruttorie concernenti l’emersione del lavoro irregolare per l’anno 2012.