Protezione dei dati personali e immigrazione: audizione del Garante

Il 3 marzo 2015 si è tenuta l’audizione del Garante per la protezione dei dati personali, il presidente Antonello Soro presso il Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen.

Sono stati affrontati argomenti quali l’importanza dell’azione del Garante nell’attività di complessiva “messa in sicurezza” dei centri, privati e pubblici, di raccolta dei dati personali e delle stesse infrastrutture di rete su cui viaggiano i flussi informativi tra amministrazioni in un contesto determinato da carenze delle misure di protezione dei dati e dei sistemi (pubblici e privati) in cui si insinual’azione del crimine organizzato e del terrorismo, che sempre più si avvalgono del patrimonio informativo di cui dispongono (soprattutto) le amministrazioni, ormai assurte, secondo gli analisti, a obiettivi preferenziali di attacchi cibernetici dimostrativi quando non addirittura terroristici.

Il garante ha elencato le banche dati strategiche per la sicurezza pubblica quali quelle incardinate presso il Dipartimento di Pubblica sicurezza del Ministero dell’interno, “dalla costituenda Banca dati nazionale del d.n.a. al Ced interforze.

Sotto questo profilo  vengono ritenuti “rilevantissimi  i sistemi informativi funzionali agli adempimenti previsti dall’accordo di Schengen e dalla Convenzione di Dublino, quali la banca dati nazionale dei permessi di soggiorno comprensiva dei dati di tutti i migranti presenti sul territorio e che si affianca al flusso informativo diretto ad Eurodac, relativo ai dati (anche biometrici) di richiedenti asilo e stranieri fermati alla frontiera o irregolari.”.

Particolarmente importante” – continua il garante nell’audizione” è  la sezione nazionale del sistema informativo Schengen(N-S.i.s ) , rispetto alla quale il Garante è designato Autorità di controllo incaricata di verificare la correttezza del trattamento effettuato; attività che ha portato a una serie di provvedimenti prescrittivi volti a rafforzare il livello di sicurezza dei sistemi.”

L’audizione completa 

Pin It