Azione legale contro il mancato diritto alla difesa nel CIE di Ponte Galeria

Notificato un ricorso in Cassazione contro il mancato esercizio al contraddittorio di un richiedente asilo trattenuto a Roma.Il cittadino straniero aveva richiesto di essere presente all’udienza di proroga del trattenimento – circostanza essenziale per garantire il pieno esercizio del diritto al contraddittorio e alla difesa così come stabilito dalla stessa Corte di Cassazione – ma le autorità di pubblica sicurezza non hanno provveduto al suo accompagnamento presso il Tribunale di Roma, luogo in cui si svolgeva l’udienza.

Il giudice della proroga ha ritenuto di poter proseguire comunque con il procedimento, senza tener conto della gravissima lesione dei diritti fondamentali del trattenuto che si stava compiendo. Avverso tali prassi illegittime e ripetute il Centro Operativo sta portando avanti una serie di azioni volte alla loro immediata interruzione.

Fonte :comunicato del Centro Operativo per il Diritto d’asilo, progetto promosso dall’associazione SenzaConfine, ASGI e Laboratorio 53

Maggiori informazioni sul progetto

Pin It