In Italia il Relatore speciale ONU sui diritti umani dei migranti

Dal 2 al 5 dicembre 2014, François Crépeau, il Relatore speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani dei migranti, ha visitato ufficialmente l’Italia in una missione di follow-up per comprendere gli sviluppi relativi alla condizione dei migranti e gli sviluppi dopo la sua prima visita nel 2012 .

Obiettivo della visita  la verifica delle iniziative intraprese dal governo italiano in risposta alle sue raccomandazioni.Per farlo ha incontrato esponenti delle Istituzioni, funzionari di organizzazioni internazionali, rappresentanti della società civile, tra cui anche l’ASGI, giornalisti e migranti.

Il Relatore speciale ha espresso il suo apprezzamento per gli sforzi straordinari compiuti dall’Italia con l’operazione Mare Nostrum, invitando l’Unione Europea e la comunità internazionale ad adottare misure adeguate a supporto alle operazioni di ricerca e salvataggio e a fornire un programma comune a lungo termine di reinsediamento dei rifugiati.

Secondo il relatore permangono nella politica migratoria italiana diversi ostacoli che impediscono  la piena protezione dei migranti e la tutela dei loro diritti. Da un lato vi è la necessità di dare applicazione al principio di non respingimento alle frontiere (non-refoulement) e di assicurare valutazioni individuali adeguate nei centri di accoglienza, che tengano conto delle vulnerabilità e delle specifiche esigenze di ciascun migrante. Dall’altro vanno adottate misure alternative alla detenzione non necessaria nei centri di identificazione e di espulsione (CIE) per giungere alla chiusura di tali strutture.Il Relatore ha, inoltre, esortato l’Italia a proteggere maggiormente i gruppi vulnerabili, come i minori non accompagnati, a facilitare l’accesso alla giustizia, assicurando una assistenza legale rapida e di qualità a tutti i migranti appena arrivati in Italia e fornendo loro, in maniera tempestiva, le informazioni sui diritti e sulle procedure che li riguardano.

Il comunicato stampa

Il relatore speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani dei migranti

Pin It