Integrazione dei migranti nell’Ue a rischio per mancate politiche di sostegno

 L’Assemblea del Consiglio d’Europa ha espresso il 26 giugno 2014  la sua preoccupazione in merito alla situazione degli immigrati regolari e dei loro figli, il cui livello globale di integrazione resta, a suo avviso, insoddisfacente. Sulla base degli indicatori quantitativi e qualitativi sviluppati nel rapporto di Marietta Karamanli (Francia, SOC), i parlamentari hanno rilevato un’insufficienza di politiche pubbliche in molti Stati membri in relazione a diversi settori dell’integrazione degli immigrati.

Al fine di promuovere più efficacemente tale integrazione, l’APCE ha sottolineato la necessità di tornare a politiche onnicomprensive che assicurino una migliore redistribuzione della ricchezza verso le popolazioni che hanno scarse risorse e ha consigliato di prendere una serie di misure in ambito di mercato del lavoro, istruzione, partecipazione politica, discriminazione e ricongiungimento familiare.

Video del dibattito
Risoluzione adottata

 

Fonte : COE

Pin It