Il Comune di Campli corregge i bandi che escludevano illegittimamente i cittadini stranieri

L’ASGI apprende favorevolmente la rettifica dei bandi  di selezione pubblica per “istruttore amministrativo” e “istruttore tecnico-geometra”, entrambi del 29.10.2014 emanati dal Comune di Campli.

Su segnalazione della socia ASGI locale, avv. Stefania De Nicolais, il 27 novembre 2014 il Servizio di supporto giuridico contro le discriminazioni etnico-razziali e religiose inItalia ha inviato una lettera all’amministrazione locale interessata  per segnalare le parti del bando che violavano l’attuale normativa vigente.

Dopo le modifiche introdotte dall’art. 7 della legge 97 del 6.8.2013 è riconosciuto il diritto di accesso a tutti i posti di lavoro pubblico che non implicano esercizio di pubblici poteri, o non attengano alla tutela dell’interesse nazionale ai sensi del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 7.2.1994 n. 174 anche agli stranieri titolari di permesso di lungo periodo (che rappresentano più della metà degli stranieri presenti in Italia), ai familiari di cittadini dell’Unione Europea, ai titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria .

Ammettendo alla selezione i cittadini comunitari- sottolineava l’ASGI nella lettera inviata al Comune- “Voi stessi riconoscete che la figura professionale di cui si tratta non implica l’esercizio di pubbliche funzioni o la tutela dell’interesse nazionale sicché l’esclusione delle categorie di cui si è detto – che godono del medesimo trattamento dei comunitari – appare palesemente illegittima”.

“Tale esclusione” concludeva la lettera  “costituisce discriminazione, essendo un atto che in tema di “accesso all’occupazione” impone “condizioni più svantaggiose (…) allo straniero regolarmente soggiornante in Italia soltanto in ragione della sua condizione di straniero” (lett. c, art. 43, comma 2, TU immigrazione).

Il Comune di Campli ha prontamente contattato l’ASGI e ha rettificato il bando cosi’ come richiesto dal Servizio anntidiscriminazioni dell’associazione.

Tra gli altri enti “virtuosi” (o quasi) che hanno provveduto  alla modifica del bando vanno segnalati i comuni di  Castelbuono (PA) e Fogliano Milanese.

L’ASGI promuove un servizio di supporto giuridico contro le discriminazioni etnico-razziali e religiose in Italia, articolato in un ufficio di coordinamento centrale e diverse antenne territoriali antidiscriminazione.
Maggiori informazioni e contatti

Pin It