ASGI : Attenzione alla presenza di vittime di tratta tra coloro che approdano sulle nostre coste

L’Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione è stata ascoltata, nella persona della Referente sulla Tratta Avv. Francesca Nicodemi, nel corso dell’audizione tenutasi il 14 settembre dal Comitato mafie, migranti e tratta degli esseri umani e nuove forme di schiavitù, istituito presso la Commissione parlamentare antimafia.
L’audizione è stata l’occasione per sottolineare la necessità di porre l’attenzione alla presenza di vittime di tratta tra i tanti migranti che approdano sulle nostre coste e chiedono il riconoscimento della protezione internazionale.

Questo comporta l’urgente necessità di mettere in atto tutte le misure, previste dalle principali fonti di carattere internazionale e dalla Direttiva europea 2011/36/UE, per consentire un’adeguata e precoce identificazione delle vittime e per far sì che venga assicurata loro assistenza e protezione non appena si abbia ragionevole motivo di ritenere che un migrante che giunge sul nostro territorio sia o sia stato vittima di una vicenda di tratta.
L’Associazione ha dunque avuto occasione di ribadire la necessità che l’Italia recepisca in modo più appropriato le previsioni contenute in primis nella Direttiva europea relative alla adeguata e completa assistenza alle vittime, sotto i profili della precocità dell’assistenza stessa, della garanzia che essa sia fornita a prescindere dalla collaborazione della vittima con l’Autorità e dell’introduzione di adeguati meccanismi di rapida identificazione delle vittime.
Si è inoltre sottolineato l’auspicio, da tempo espresso dall’Associazione, che venga approvato entro breve tempo il Piano Nazionale di azione contro la tratta, previsto dal D.Lgs. 24/14 anche al fine di consentire l’adozione in tale contesto delle misure sopra indicate.

 

Pin It