Formazione ASGI al Festival di Sabir – Pozzallo, 12-14 maggio 2016

Il Festival Sabir – promosso da Arci, Caritas, A Buon Diritto, Asgi, Carta di Roma e ACLI ed organizzato da ARCI in collaborazione con il comune di Pozzallo – nasce come un evento diffuso, mobile, veicolo di riflessioni sulle alternative mediterranee nei luoghi simboli delle porte d’Europa.

Dopo l’esperienza di Lampedusa, Sabir si sposta quindi a Pozzallo, luogo di approdo ma anche ponte culturale nel bacino mediterraneo. Partendo dall’esperienza della prima edizione del Festival Sabir, tenutasi dall’1 al 5 ottobre a Lampedusa, consolidata attraverso il lavoro strutturato con le reti internazionali e gli attori della regione mediterranea nel periodo intercorso tra i due eventi, la seconda edizione del festival vedrà le « alternative mediterranee » al centro di spettacoli, dibattiti, incontri internazionali e laboratori che animeranno la città di Pozzallo.

Il sito del Festival

In questa edizione ASGI cura la formazione sul contenzioso avanti alla Corte europea dei Diritti dell’Uomo e collabora nella formazione ai giornalisti organizzata dall’associazione Carta di Roma.

L’iniziativa formativa si compone di due moduli ed è aperta ad avvocati e giuristi oltre che a rappresentanti associativi europei impegnati nella difesa giuridica e politica.

Il primo modulo ha l’obiettivo  di  fornire informazioni di base sul contenzioso avanti alla Corte europea dei Diritti dell’Uomo attraverso  un intervento introduttivo sulle tipologie di ricorsi e di giudizi e sui requisiti formali e sostanziali di legittimazione per l’accesso alla Corte europea dei Diritti dell’Uomo e l’approfondimento di due casi concreti: il caso Khalifia e i ricorsi presentati dalle associazioni spagnole sui respingimenti dalle enclavi verso il Marocco. La seconda parte della formazione ha lo scopo di consentire il confronto sulle condizioni esistenti nei cd. Hotspots al fine di sviluppare il contenzioso in materia avanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. L’iniziativa formativa si inserisce nell’ambito di un più ampio calendario di eventi  e incontri internazionali con i rappresentanti della società civile delle due sponde del Mediterraneo, spettacoli e  laboratori.

Programma

Giovedì 12 maggio – I modulo, ore 15.30- 19.00

  • contenzioso avanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

A cura di Antonella Mascia, avvocato

  • Il caso Khlaifia contro l’Italia

A cura di Luca Masera, ASGI

  • Ricorsi alla CEDU su respingimenti illegali alla frontiera Marocco/Spagna

A cura di José Villahoz, Andalusia Acoge (Spagna)

 

Venerdì 13 maggio – II modulo, ore 09.30-13.30

  • Le principali violazioni dei diritti fondamentali negli hotspot

A cura di Giovanni Annaloro, ASGI

  • Riflessioni su ricorsi CEDU e CGUE relativi alle violazioni dei diritti fondamentali negli hotspot e alle frontiere

A cura di Claire Rodier, Gisti (Francia)

  • Ricorsi CEDU sulle violazioni dei diritti fondamentali in Grecia: Idomeni e Lesvos

A cura di Electra Koutra, Hellenic Action for Human Rights (Grecia)

 

E’ possibile iscriversi al corso di formazione ‘Il contenzioso davanti alla Corte Europea Diritti dell’Uomo, teoria e pratica” a cura di Asgi compilando questo modulo di iscrizione.

La partecipazione al corso è gratuita. Il viaggio, il vitto e l’alloggio sono a carico dei partecipanti. È in corso la procedura per il riconoscimento di crediti formativi per gli avvocati. Per informazioni sulla formazione: formazione@asgi.it

Pin It