Il Governo e i rom: un rapporto eternamente conflittuale?

ASGI esprime sconcerto e perplessità per la scelta del governo Monti di impugnare davanti alla Corte di cassazione la sentenza n. 6050/2011 del Consiglio di Stato che, con riguardo ai decreti cd. dell’emergenza nomadi (emanati dal Governo Berlusconi nel maggio 2008) ha negato che esistessero i presupposti legali per la dichiarazione dello stato di emergenza derivante dalla semplice presenza di persone “nomadi”.

La sentenza del massimo Giudice amministrativo seguiva quella del TAR Lazio del 2009 che, pur riconoscendo invece la legittimità della proclamazione dell’emergenza, aveva comunque censurato l’operato del governo che aveva imposto il “censimento” etnico e che aveva regolamentato impropriamente i cd. “campi nomadi” di Roma.

ASGI chiede che il Governo attuale desista dall’azione giudiziaria oggi intrapresa, così dimostrando di discostarsi dalla politica discriminatoria del precedente esecutivo e riconoscendo piena dignità alle popolazioni rom e sinte.

Pin It