Ha diritto ad un permesso di soggiorno la cittadina straniera che subisce violenza domestica

Una giovane cittadina straniera ha denunciato il compagno per gravi maltrattamenti ai suoi danni, confermando e circostanziando le accuse durante esame testimoniale reso in incidente probatorio con modalità protette.
Si segnala, tra le varie condotte, che il compagno aveva privato la donna del suo passaporto per impedirle di interrompere la relazione con lui e in più occasioni l’aveva minacciata di segnalarla alle autorità in quanto priva di titolo di soggiorno.
Su istanza del difensore, il PM presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Roma, ravvisando una situazione di pericolo attuale derivante dalle dichiarazioni rese dalla donna, ha espresso parere favorevole al rilascio del permesso di soggiorno ex art. 18 bis d.lgs. 286/1998.
Al nulla osta della Procura della Repubblica presso il tribunale penale di Roma si aggiunge analogo provvedimento della Procura della Repubblica presso il tribunale di Messina.
Tali provvedimenti sono tra i primi emessi dall’entrata in vigore dell’art. 18 bis d.lgs. 286/1998, rispetto al quale gli uffici delle Procure manifestano ancora molte resistenze.

Pin It