Lecce, Formazione ASGI al Festival di Sabir 2019

ASGI organizza due seminari di formazione nell’ambito del Festival di Sabir che nell’edizione 2019 si terrà a Lecce dal 16 al 19 maggio.

E’ stato richiesto l’accreditamento per gli avvocati.

La partecipazione è gratuita, l’iscrizione è obbligatoria tramite il modulo on line.


Programma

La riforma dell’accesso al diritto di asilo, la chiusura della rotta libica e dei porti italiani: le prospettive di contrasto alle politiche di elusione del diritto di asilo adottate dai governi italiani

Ex Conservatorio di Sant’Anna, Via Santa Maria del Paradiso, 8 – Lecce

 

1° Sessione (senza traduzione) – Giovedì 16 Maggio 2019 – dalle 14.30 alle 18.00

La riforma progressiva del diritto di asilo a partire dal 2017: un approccio critico in una ottica di superamento

 

Introduce, modera e conclude Avv. Marina Angiuli, ASGI

Avv. Lorenzo Trucco, presidente Asgi – Dal c.d. Decreto Minniti al c.d. Decreto Salvini: una lettura d’insieme di un progetto di progressiva erosione del diritto di asilo

Avv. Nazzarena Zorzella, ASGI – L’abrogazione della protezione umanitaria e la consequenziale prospettiva di affermazione del diritto di asilo costituzionale

Prof.ssa Monica McBritton, Università del Salento – ASGI – I riflessi della frammentazione del permesso di soggiorno umanitario sul mercato del lavoro e sul lavoro irregolare

Avv. Alberto Pasquero, ASGI – Le nuove procedure accelerate come strumento di potenziale preclusione dell’acceso al diritto di asilo: focus sul concetto di Paesi di origine sicuri

dott. Thomas Santangelo, ASGI – La nuova disciplina del domanda reiterata: le prime applicazioni, i profili di illegittimità e gli strumenti di contrasto


 

2° Sessione (con traduzione) -Venerdì 17 Maggio 2019 – dalle 9.30 alle 13.00

La chiusura della rotta libica come tassello delle strategie della Commissione Europea: le responsabilità delle gravissime violenze subite dalle persone straniere e gli strumenti giuridici di contrasto

 

Introduce, modera e conclude Avv. Dario Belluccio, ASGI

Prof. Luca Masera, ASGI – Le responsabilità penali in ambito nazionale ed internazionale per le violenze perpetrate nelle carceri libiche

Prof.ssa Maria Giulia Giuffrè, ASGI – Chiusura dei porti e respingimenti indiretti: Quale ruolo per la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo?

Avv. Giulia Crescini, ASGI – Il programma UE di evacuazione delle carceri libiche: analisi della natura giuridica del resettlement

Avv. Loredana Leo e avv. Salvatore Fachile, ASGI – Alcune strategie di contrasto giuridico dell’ ASGI: dal progetto Sciabaca con la società civile del nord Africa al progetto In Limine sulla frontiera italiana


 

Il Festival

Il Festival Sabir, evento diffuso, mobile, spazio di riflessioni sulle alternative mediterranee nei luoghi simboli dell’Europa chiusa, approda a Lecce, per la sua quinta edizione, dopo quelle tenutesi a Lampedusa (1-5 ottobre 2014), a Pozzallo (11-15 maggio 2016), a Siracusa (11-14 Maggio 2017) e Palermo (11-14 ottobre2018).

Il Festival è promosso da ARCI insieme a Caritas Italiana, ACLI e CGIL, con la collaborazione di Asgi, A Buon Diritto e Carta di Roma. Il Festival ha il patrocinio di ANCI, Regione Puglia, Unisalento e Comune di Lecce.

Dopo l’esperienza di Lampedusa, Pozzallo, Siracusa e Palermo, Sabir si sposta a Lecce, altro luogo simbolo del bacino mediterraneo. La collocazione temporale – dal 16 al 19 maggio – ci consente un forte richiamo alla riflessione sull’Europa e il suo ruolo nel Mediterraneo. Questa edizione manterrà la stessa formula che ha caratterizzato le precedenti, articolata in incontri internazionali e formazioni, che si alterneranno ad attività culturali, laboratori interattivi, musicali, teatrali, presentazione di libri, creando una dinamicità tale da suscitare l’interesse sia della popolazione locale, che di quella nazionale e di chi, anche dall’estero, ha scelto di partecipare al Festival.

La presenza di numerosi rappresentanti della società civile delle due rive del Mediterraneo e di reti internazionali – Solidar, Migreurop, EuroMedRights, TNI, Attac Francia, Forum Civico Europeo, Attac Internazionale, il progetto Majalat, tra le altre – permetterà di continuare a ragionare sulla necessità urgente di una reale alternativa politica, culturale e sociale nel bacino del Mediterraneo, rimettendo in discussione alcuni pilastri promossi dalle istituzioni di tutta Europa, centrati sul controllo e la criminalizzazione dell’immigrazione, senza alcun interesse per i diritti delle persone e la giustizia sociale.

La novità della quinta edizione del Festival saranno le “lezioni mediterranee” che si svilupperanno come approfondimenti su temi specifici legati al Mediterraneo, la sua storia, le sue tradizioni e la sua cultura. Le lezioni, tenute da esperti e docenti nazionali ed internazionali delle due sponde, faranno da sfondo al Festival, per stimolare la comunità locale e non solo, ad un’ampia riflessione sull’Europa e sul suo ruolo nel Mediterraneo.

Pin It