Formazione “Operare in frontiera”, iscrizioni chiuse

Formazione giuridica pratica su metodologie e strategie di contrasto delle prassi illegittime attuate nei luoghi di confine, alla luce delle evoluzioni normative e del contesto europeo. Partecipazione gratuita a numero chiuso.

Abbiamo raggiunto il numero massimo di partecipanti, quindi le iscrizioni sono chiuse. Vi ringraziamo per l’interesse!

La formazione “Operare in frontiera” organizzata, per il secondo anno, dalle associazioni ASGI, nell’ambito del progetto In Limine, e Spazi Circolari, è rivolta a operatori legali, giuristi, avvocati, studenti, che avranno modo di ragionare e confrontarsi, attraverso metodologie informali e di sperimentazione pratica, su quanto avviene nei luoghi di frontiera in cui si dispiegano le politiche di contenimento dei flussi che maggiormente stanno cambiando il volto del sistema di asilo europeo.

La formazione è orientata a fornire ed elaborare strumenti di monitoraggio e giuridici effettivi per contrastare le prassi illegittime di violazione dei diritti dei cittadini stranieri nei luoghi di frontiera del territorio italiano, anche alla luce delle applicazioni amministrative delle procedure di frontiera e degli orientamenti giurisprudenziali successivi all’entrata in vigore del D.L. 113/2018 (c.d.Decreto Sicurezza), delle ultime proposte di modifiche normative e delle evoluzioni del contesto italiano ed europeo, nonché dell’emergenza sanitaria.

Relatori: Avv. Salvatore Fachile (ASGI), Avv. Loredana Leo (ASGI), Avv. Giulia Crescini (ASGI), Avv. Cristina Cecchini (ASGI-Associazione Liscìa), Avv. Daniele Papa (ASGI), Avv. Daniele Valeri (ASGI), Avv. Anna Brambilla (ASGI), Avv. Gennaro Santoro (CILD), Federica Remiddi (ASGI), Annapaola Ammirati (ASGI), Sami Aidoudi (ASGI-IndieWatch), Adelaide Massimi (ASGI), Thomas Vladimir Santangelo (ASGI), Valeria Capezio (ASGI), Claudia Vitali (Mediterranean Hope-Programma Rifugiati e Migranti FCEI), Cristina Gasperin (Associazione Liscìa)

La locandina

Per informazioni: inlimine@asgi.it


Il Programma


25 settembre 2020

09:30 Saluti e Introduzione

10:00-13:30 
1° Sessione di lavoro: Le procedure accelerate di maggiore interesse in frontiera e tecniche di limitazione all’accesso alla protezione. Una panoramica sulle recenti proposte di modifiche normative e sui possibili scenari futuri. 

10:00-10:30 La presentazione delle domande di asilo nelle zone di frontiera.

10:30-11:10 Le nuove ipotesi di trattenimento dei richiedenti asilo e dei cittadini stranieri in attesa di allontanamento.

11:10-11:50 Le procedure di frontiera e il concetto di Paese di origine sicuro: scenari, applicazioni e proposte emendative.

11:50-12:30 La domanda reiterata: profili di legittimità, applicazioni e proposte emendative.

12:30- 13:30 Restituzione collettiva e confronto

13.30-15.00 pausa pranzo

15:00-18:30
2° Sessione di lavoro: Panoramica sul contesto europeo.

15:00-15:30 Le procedure di redistribuzione dei richiedenti asilo negli Stati membri come anticamera della negazione dei diritti: le basi normative e le prassi applicative.

15:30-16:00 Il nuovo Patto europeo su Asilo e Immigrazione: possibili scenari e interazioni con l’approccio hotspot in frontiera.

16:00-16:30 Restituzione collettiva e confronto

16:30-17:30 Gli accordi bilaterali di riammissione tra Stati membri dell’Unione Europea. Focus sulle riammissioni in Slovenia.

17:30-18:30 Restituzione collettiva e confronto

26 settembre 2020

09:30-13:30 
2° Sessione di lavoro: La contrazione dei diritti delle/dei cittadine/i straniere/i nell’ambito dell’emergenza sanitaria

09:30-13:30 Tavola rotonda
Scenari, sviluppi e criticità nell’attuazione delle misure anti COVID.

Gli hotspot e le navi “quarantena”: il perdurare di prassi di illegittima detenzione e selezione all’accesso alla richiesta di protezione internazionale

Focus su Lampedusa

Come la gestione dell’emergenza COVID-19 ha influenzato le metodologie operative e di monitoraggio in frontiera

Il trattenimento nei CPR e le misure adottate

15:00-18:30
3° Sessione di lavoro: Le zone di transito

15:00-15:30 Le zone di transito internazionali come aree sterili ed extraterritoriali: la privazione della libertà personale e l’accesso al diritto di difesa. 

15:30-16:00 La presentazione della domanda di asilo nelle zone di transito aeroportuali: la disciplina giuridica e le strategie di esercizio del diritto.

16:00-16:20 L’applicazione dei requisiti per l’ingresso previsti dalla normativa europea ed italiana: cosa è legittimo chiedere?

16:30-17:30 L’esigibilità effettiva dei diritti nelle zone di transito. Divisione in gruppi di lavoro e sperimentazione di prassi di contrasto alle violazioni osservate nelle zone di transito.

17:30-18:30 Restituzione collettiva e dibattito

27 settembre 2020

09:30-13:30
4° Sessione di lavoro: I CPR: prassi illegittime di detenzione e strategie di contrasto alle violazioni

09:30-09:50 Le categorie incompatibili con il trattenimento nei CPR

09:50-10:50Focus sui casi e confronto sulle strategie giuridiche.

11:00-12:00 L’accesso della società civile ai CPR e agli hotspot: strumenti di ingresso e strategie di contrasto all’inaccessibilità di tali luoghi.

12:00-13:30 Conclusioni e discussione finale- Momento di ludopedagogia. A cura della Associazione Liscìa.

Pin It