Gran Bretagna: una piccola vittoria dei ‘Romany Gypsies’ e ‘Irish Travellers’

Il testo della decisione (in inglese) è scaricabile dal seguente link: http://www.judiciary.gov.uk/wp-content/uploads/2015/01/moore-and-coates-v-ssclg.pdf

Il 21 gennaio 2015, la High Court of Justice of England and Wales ha deciso che il Segretario di Stato per le comunità e il governo locale (Secretary of State for Communities and Local Government, the SSCLG) ha commesso discriminazione indiretta nei confronti delle comunità ‘Romany Gypsies’ e ‘Irish Travellers’ e ha violato l’art. 6 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo (Diritto a un equo processo). La questione riguarda la prassi del Segretario di Stato di pronunciarsi personalmente in merito alle richieste di sviluppare piazzole di sosta per lo stazionamento dei caravan in alcune aree protette dalla ‘Green Belt’ (cintura verde), una norma che regola il controllo dello sviluppo urbano, in base alla quale attorno al centro urbano deve essere garantita un’area verde. Tale prassi, però, causava considerevoli ritardi nell’esame delle domande e nell’emanazione dei provvedimenti, con delle implicazioni discriminatorie nei confronti delle comunità ‘Romany Gypsies’ e ‘Irish Travellers’, da cui maggiormente provenivano tali istanze.

 

Pin It