Manuale di Open Society Foundations su buone prassi in Europa per ridurre le pratiche discriminatorie da parte delle forze di polizia

“Reducing Ethnic Profiling in the European Union: A Handbook of Good Practices” edited by Open Society Foundations, 2012.

L’’ethnic-profiling’ da parte delle forze di polizia  in Europa costituisce una forma diffusa di discriminazione che viola le norme fondamentali sui diritti umani. Svolgere operazioni di polizia sulla base di ‘profili etnici’  è anche un metodo inefficiente: Conduce la polizia a concentrarsi sulle caratteristiche etniche e razziali, piuttosto che su veri indicatori di possibile coinvolgimento in reati, portando al fermo e alla perquisizione di un gran numero di persone innocenti. Fortunatamente, esistono alternative e approcci  migliori approcci che portano ad una azione più equa ed efficace da parte delle forze di polizia. Questo manuale curato per conto di Open Society Foundation da Rachel Neild, consulente legale sull’’etnic-profiling’ e la riforma della polizia di Open Society Justice Initiative assieme al Prof. Lee Bridges dell’Università di Warwick, Regno Unito,  documenta queste buone prassi e  offre linee-guida per ridurre la discriminazione e l’efficacia e qualità delle investigazioni condotte dalle forze di polizia.

Il Manuale edito da Soros Foundations “Reducing Ethnic Profiling in the European Union: A Handbook of Good Practices” fornisce informazioni,   progetti  di riforma, e modellicollaudati di buone pratiche per la riduzione dell’uso di profili etnici. Esso è destinato ad aiutare gli agenti di polizia, le forze dell’ordine, le istituzioni di vigilanza, le organizzazionidella società civile e i rappresentanti delle comunità a comprendere meglio le dinamiche e i costi collegati all’uso di profili in base all’etnia, e aiutarli a sviluppare nuove partnership, politiche e pratiche per affrontare il problema.

I quasi 100 casi di studio raccolti in questo manuale  dimostrano che gli sforzi per affrontare la questione dell’’ethnic-profiling’ possono avere successo. Tali sforzi sono orientatinon solo a ridurre le pratiche discriminatorie da parte della polizia, ma anche a  migliorare la qualità complessiva e l’efficienza dell’azione delle  forze dell’ordine.

Info:  www.opensocietyfoundations.org