Corte di Cassazione, sezione III, sentenza del14 settembre 2015

Propaganda di idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale – art. 3 comma 2 lett. a) L. n.654/1975 – volantino elettorale che associa la commissione di reati a determinate etnie – dignità umana e libera manifestazione del pensiero  – bilanciamento tra gli interessi in gioco nel caso concreto – messaggio non rivolto a etnie ma a attività illecite – reato di propaganda di odio razziale – insussistenza

Non integra il reato di propaganda di idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale ex art. 3 comma 2 lett. a) L. n. 654/1975 un volantino elettorale che, attraverso immagini, associa la commissione di reati a soggetti di diverse etnie e afferma  “basta usurai, basta stranieri” poiché l’avversione espressa non è rivolta ai soggetti raffigurati, ma alle attività illecite poste in essere dagli stessi; pertanto nel necessario bilanciamento di interessi costituzionalmente protetti quali quello della dignità umana e della libertà di pensiero, nel caso concreto, prevale il diritto alla libera manifestazione del proprio pensiero politico nell’ambito di una competizione elettorale.

Corte di Cassazione, sezione III, sentenza n. 36906 del 14 settembre 2015, pres. Franco, est. Pezzella, Salmè Stefano

Per un approfondimento