Assemblea pubblica sui rischi del “decreto immigrazione e sicurezza pubblica”

L’incontro si terrà giovedì 25 ottobre a partire dalle ore 15 nella Sala Capranichetta a Palazzo Montecitorio a Roma.

La scelta ingiustificata della decretazione d’urgenza, la veloce calendarizzazione per la presentazione degli emendamenti e per la discussione in aula, sono dei segnali inequivocabili sulla volontà del governo di chiudere il prima possibile questo confronto e convertire in legge il provvedimento, con conseguenze che potranno essere drammatiche sui territori.

Decine di migliaia di persone che versano in condizioni di seria vulnerabilità non avranno più diritto ad un titolo di soggiorno regolare con il Ddl 840.

Inoltre preoccupano i rischi di smantellamento del sistema pubblico d’accoglienza (Sprar) a favore di una gestione privata e poco qualificata con grandi centri collettivi che alimentano il clima d’intolleranza purtroppo già largamente diffuso.

All’assemblea sono stati invitati i sindacati, tutte le forze parlamentari, amministrazioni locali e Regioni contestualmente al confronto in Aula sui contenuti del DDL 840 e sugli effetti immediati della sua entrata in vigore.

Hanno fra gli altri assicurato la loro partecipazione i parlamentari Riccardo Magi (Radicali italiani),  Giuseppe Brescia (M5S), Paola Nugnes (M5S), Maurizio Martina (PD), Loredana De Petris (LeU), Gregoio De Falco (M5S).

 

Fanno parte del Tavolo Asilo Nazionale: A Buon Diritto, ACLI, ActionAid, Amnesty International Italia, ARCI, ASGI, Avvocato di Strada, Caritas Italiana, Casa dei Diritti Sociali, Centro Astalli, CIR, CNCA, Comunità di S.Egidio, Emergency, Federazione Chiese Evangeliche in Italia, Intersos, Medici Senza Frontiere, Medici per i Diritti Umani, Mèdicins du Monde Missione Italia, Oxfam Italia, Save The Children, Senza Confine.

Pin It