Rifugiati:la possibilità per il richiedente di trasferirsi in altra zona del paese di origine non esclude il riconoscimento

La Corte di Appello di Catanzaro ha riconosciuto  lo status di rifugiato ad un cittadino nigeriano, annullando  l’erroneo orientamento giurisprudenziale del Tribunale di primo grado sulla base del principio più volte ribadito dalla Suprema Corte di Cassazione rispetto al mancato recepimento da parte del Decreto legislativo n. 251/2007 dell’art. 8 della Direttiva 2004/83/CE .

Cittadinanza italiana ai figli dei rifugiati, in arrivo una circolare

«Stiamo mettendo a punto una circolare interpretativa che ormai è quasi pronta e in emanazione a breve scadenza». Il sottosegretario al Ministero dell’Interno, Domenico Manzione, ha annunciato la pubblicazione di una circolare che estenderà il diritto di acquisire la cittadinanza da parte dei figli di cittadini stranieri titolari di protezione internazionale, in analogia al riconoscimento.....

MEDU: il CIE di Bari al di sotto degli standard minimi di dignità

Nonostante il 9 gennaio 2014 il Tribunale di Bari avesse disposto lavori di ristrutturazione ritenuti “indifferibili e necessari”, a quasi cinque mesi dalla sentenza le aree abitative del CIE destinate ai migranti risultano ancora ben distanti dall’assicurare standard dignitosi di vivibilità. I servizi igienici di alcuni moduli versano in vere e proprie condizioni di fatiscenza....

La Corte europea dei diritti dell’Uomo- Domande e risposte per gli avvocati

Il Consiglio degli Ordini forensi di Europa-al quale partecipa il CNF- ha presentato lo scorso 28 aprile una Guida per avvocati relativa alle modalità di accesso alla Corte Europea dei diritti dell’Uomo. La Guida, che si apre con una prefazione del presidente della Cedu Dean Spielmann, si propone di fornire una serie di informazioni e...